Print

Petralia Sottana

La posizione geografica - La storia - Il patrimonio artistico

Ai piedi di una delle vette più alte della Sicilia sorge Petralia Sottana, incantevole paesino di montagna. La sua posizione centrale offre la possibilità di sceglierla come ottimo punto di partenza per un soggiorno nel Parco delle Madonie.

Importante centro di scambi commerciali e di produzione ceramica già nel III millennio a.C., Petralia vantava una posizione strategica grazie alla presenza di importanti vie di collegamento con le coste siciliane: l'Imera settentrionale e l'Imera meridionale. Forse identificata con l'antica Petra elogiata da Cicerone nelle Verrine, il paese seguì il destino della Sicilia intera con il passaggio dei diversi conquistatori che si avvicendarono nell'isola fino all'arrivo dei Normanni, quando cominciò a subire le sorti delle nobili casate che di volta in volta dominavano il territorio. Ventimiglia, Cardona, Agliata, Pucci sono alcune delle famiglie che nel tempo hanno plasmato e arricchito il patrimonio culturale e artistico della cittadina.

La Chiesa di San Francesco, la meridiana della torre civica, il belvedere di Piazza Duomo dominato dalla Chiesa Madre, il polittico di Giandomenico Gagini custodito alla Badia, i fossili del sentiero geologico urbano, l'antica centrale idroelettrica di Catarratti, la curiosa casa del "currivo" e le numerose fontane sono alcune delle tappe obbligate che offrono la possibilità di scoprire storia, leggende e tradizioni di questo paese dalle origini antiche.

DA NON PERDERE: feste ricorrenze e tradizioni (per invogliare i visitatori a venire).